Agenda della Mobilità Savigliano

DOPO IL CONCORSO

Tornare a riflettere su Piazza del Popolo ha messo nuovamente al centro del dibattito cittadino alcune importanti questioni irrisolte. Il centro storico, caratterizzato da un sistema di spazi aperti collegati fra loro, presenta tuttora criticità legate alla sosta veicolare e ai flussi di traffico di attraversamento che ne compromettono qualità architettonica ed attrattività sociale.

Il Comune di Savigliano riconosce la necessità di definire una visione strategica per la mobilità della città, che, partendo dal nodo strategico del sistema delle piazze, comprenda la riorganizzazione della viabilità su tutto il territorio comunale e la rifunzionalizzazione degli spazi del centro storico, per renderlo più a misura di persona, inclusivo, accessibile e vivibile.

L’Amministrazione ha espresso interesse nel definire una Agenda della Mobilità: un documento strategico che metta in relazione gli interventi di riqualificazione e le progettualità del territorio, facendo riferimento al Piano Urbano del Traffico redatto nel 2007, oltre che ai recenti studi effettuati sulla viabilità e alle iniziative di cittadinanza attiva presenti sul territorio. L’obiettivo del progetto è quello di definire una visione per la città e una serie di strategie per perseguirla tramite alcune azioni specifiche che coinvolgeranno attivamente i cittadini e i principali stakeholders:

• Attività A – Quadro conoscitivo del contesto di mobilità.

Analisi conoscitiva necessaria ad assumere più elementi possibili per studiare il contesto e

comprenderne le dinamiche e le future trasformazioni.

• Attività B – Processo partecipativo.

Realizzazione di un processo partecipato che accompagni l’intero processo, con il coinvolgimento

operativo della cittadinanza e degli stakeholders per la definizione di una nuova visione per la città.

• Attività C – Redazione del documento di Agenda della Mobilità.

Stesura di un documento strategico, corredato da indicazioni operative, soluzioni progettuali e buone pratiche di intervento.

ATTIVITÁ SOPRALLUOGO

Data 05/02/2024

A inizio febbraio i consulenti di Decisio hanno realizzato un sopralluogo in Città al fine di raccogliere elementi utili all’inquadramento dell’area di studio grazie all’osservazione diretta e alla testimonianza di alcuni esperti.

Alla visita, infatti, hanno preso parte il Geom. Dabbene (Commissione Edilizia), l’Arch. Abà (Commissione del Paesaggio), l’Ing. Borgognone (Comune di Savigliano) e la sig.ra Rivetti (Ascom) che hanno guidato i consulenti di Decisio alla conoscenza della città, delle sue dinamiche e delle sue particolarità.

Il sopralluogo ha riguardato l’intero territorio cittadino, permettendo ai consulenti di meglio comprendere l’assetto territoriale di Savigliano, ovvero quello di un Comune territorialmente molto esteso, composto da un nucleo centrale e da una serie frazioni, piccole realtà geograficamente decentrate ma fortemente identitarie e legate al centro.

I consulenti raccontano che dal sopralluogo è stata subito evidente la matrice storico-culturale e architettonica di Savigliano, caratteristica che si riflette anche nell’uso dello spazio pubblico: la presenza di un sistema di piazze composto in particolare da piazza Santa Rosa e Piazza del Popolo costituiscono, infatti un punto di riferimento per la cittadinanza, oltre alla presenza di un’offerta diversificata e ricca di servizi. È stato così possibile conoscere l’utilizzo delle diverse piazze in funzione del mercato locale e quindi le esigenze ad esso connesse. 

In termini di servizi, Savigliano è dotata di importanti infrastrutture quali l’aeroporto, la stazione ferroviaria e il presidio ospedaliero che costituiscono un vero e proprio riferimento non solo per i suoi cittadini, ma anche per buona parte dei Comuni limitrofi. Oltre a questi importanti riferimenti, la città è dotata di un’ampia disponibilità di servizi di prossimità, istituiti scolastici (anche di grado superiore) e esercizi commerciali che rendono la rendono viva e attrattiva, generando però al contempo delle criticità sul sistema della mobilità, quali traffico e congestione. In particolare, nel corso del sopralluogo è emerso come critico l’attraversamento Ovest-Est che nel centro avviene sulla direttrice di Via Saluzzo – Corso Roma, molto trafficato perché collegamento con le vicine Saluzzo e Marene. L’asse è quindi strategico perché consente non solo ai saviglianesi, ma anche agli abitanti di questi Comuni limitrofi, di raggiungere la stazione ferroviaria o lo svincolo autostradale e per questo risulta congestionato specialmente nelle ore di punta. 

Il sopralluogo ha permesso di osservare una certa criticità anche negli orari specifici di ingresso/uscita degli studenti, specialmente nelle scuole nei pressi di Corso Roma – via Danna – via San Pietro – via San Francesco. In questi momenti si è osservata una forte concentrazione di traffico veicolare con annessi episodi di sosta vietata in prossimità di attraversamenti pedonali, marciapiedi e piste ciclabili, quindi a discapito dell’utenza più vulnerabile.

Più in generale è stato possibile osservare una buona presenza di ciclisti a percorrere le vie del centro, anche se talvolta non in modo conforme alle indicazioni del Codice della strada, probabilmente a causa dell’assenza di infrastrutture ciclabili dedicate. 

ATTIVITÁ TAVOLI PARTECIPATI

Data 27/02/2024

Il progetto dell’Agenda della mobilità prevede che la sua stesura sia accompagnata da un processo partecipativo aperto e inclusivo, volto all’ascolto e al coinvolgimento della cittadinanza e dei principali portatori d’interesse del territorio. L’obiettivo è, infatti, quello di giungere ad un risultato il più condiviso possibile, prevedendo quindi sia fasi di ascolto e raccolta di informazioni, sia fasi di coinvolgimento e restituzione del lavoro svolto.

A tal fine il processo partecipativo sarà quindi trasversale all’intero progetto, prevedendo diverse attività mirate sia al coinvolgimento di attori specifici, sia della cittadinanza tutta.

La prima attività si è svolta il 27 febbraio con la realizzazione presso gli uffici del Comune di tavoli partecipati che hanno visto il coinvolgimento di attori già consolidati sul territorio, ovvero rappresentanti di categorie e di interessi collettivi. Nello specifico sono stati realizzati quattro tavoli di discussione: 

  1. tavolo 1 – con la partecipazione di soggetti interni all’amministrazione e tecnici comunali;  
  2. tavolo 2 – con i rappresentanti delle attività produttive e commerciali; 
  3. tavolo 3 – rivolto al mondo scolastico; 
  4. tavolo 4 – a cui hanno partecipato i rappresentanti delle consulte cittadine e delle frazioni. 

Questi tavoli di discussione sono stati occasione per raccogliere elementi utili e osservazioni declinate secondo i punti di vista dei diversi partecipanti. Quanto condiviso in tale sede ha permesso ai consulenti di approfondire la conoscenza dell’area di studio e delle dinamiche che la interessano: le istanze raccolte andranno, infatti, ad arricchire il Quadro conoscitivo, ossia il documento di inquadramento alla base dell’Agenda della mobilità su cui verranno sviluppati gli obiettivi e le strategie di intervento.

Dai tavoli sono emerse osservazioni sia generali, relative all’intero territorio comunale e alle dinamiche che lo caratterizzano, sia puntuali, relative alla segnalazione di alcuni punti ritenuti particolarmente critici per chi si muove e vive Savigliano, tra cui a titolo di esempio: Corso Roma, via Danna, via Saluzzo all’altezza della Vernetta e il nodo con la SS20, corso G.Marconi e i nodi delle strade provinciali a Sud della città in prossimità della piscina comunale. 

Di seguito è invece riportata una rapida sintesi delle macro-osservazioni emerse:

Punti di forza

  • Buon posizionamento geografico (Torino-Cuneo)
  • Orografia del terreno favorevole a spostamenti piedi/bici
  • Vasta e diversificata offerta servizi e infrastrutture
  • Collegamento ferroviario attrattivo
  • Presenza ospedale 
  • Ricco patrimonio storico-culturale-artistico
  • Economia locale e produttiva sviluppata

Criticità

  • Rete ciclabile frammentata e disconnessa
  • Rete pedonale in alcuni tratti danneggiata, assente o non accessibile a portatori disabilità
  • Congestione e traffico nelle ore di punta
  • Traffico di attraversamento su asse Est-Ovest c.so Roma
  • Difficoltà di parcheggio in centro
  • Offerta trasporto pubblico carente
  • Necessità sensibilizzazione civica e ambientale

 

A questa prima attività del processo partecipativo di realizzazione di tavoli di consultazione seguirà una seconda attività, un incontro pubblico aperto alla cittadinanza, dove i consulenti raccoglieranno ulteriori osservazioni utili alla stesura del Quadro conoscitivo del progetto. L’appuntamento è per il 15 aprile 2024 alle ore 18 presso l’Ala comunale di Piazza del Popolo.

 

CONTATTACI

Per qualsiasi informazione o richiesta potete contattarci

attraverso il form dedicato o scrivendo direttamente

alla mail info@piazzadelpopolo.net